Quando i denti sono sensibili al freddo


Comincia l’estate! Bibite fresche, gelati,  granite, ghiaccioli… sono l’immagine stessa della stagione calda nel bel Paese! Ma che fastidio non poterli gustare in pace perché si hanno i denti sensibili al freddo!

Perché sono sensibii? Esistono rimedi?

Ebbene, le cause che possono essere a monte della ipersensibilità dentaria sono diverse: le più frequenti sono colletti scoperti, gengive che si ritirano, carie. Alle volte anche nuove otturazioni, specie se profonde, lasciano sensibilità dentaria per diversi mesi.

Colletti dei denti scoperti e gengive che si ritirano possono essere considerati il più delle volte due facce della stessa medaglia. La radice del dente non è coperta di smalto, bensì di cemento radicolare, che è meno mineralizzato dello smalto e di struttura molto più porosa. Se si pensa poi che lo spessore di dentina prima di arrivare alla polpa dentaria è minore rispetto a quello presente nella corona del dente, facilmente capiamo perché un dente diventa più sensibile.

Se il freddo invece è localizzato in una sede specifica in assenza di recessioni o problemi parodontali, facilmente possiamo pensare a una carie.

Per quanto riguarda i rimedi, essi vanno valutati in base alla causa.

Per quanto riguarda i colletti scoperti le soluzioni sono molteplici a seconda della causa che li ha generati e dei desideri del paziente. Si parte da semplici cure con vernici che tolgono la sensibilità per tre mesi, a otturazioni al colletto laddove si è persa anche sostanza dentaria per erosione-abrasione, a ricopertura attraverso lembi parodontali.

Le carie ovviamente devono essere eliminate. Purtroppo è vero che un dente rimasto a lungo sensibile mantiene per diverso tempo una sua ipersensibilità anche dopo l’otturazione. Se questa sensibilità non è tollerabile, allora il dente deve essere devitalizzato.

Il consumo di cibi acidi, l’abitudine a stringere o digrignare i denti può aumentarne la sensibilità.

 

Questa voce è stata pubblicata in Blog, Carie, Igiene Orale, Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *