Dolore all’orecchio e disordini all’articolazione temporo-mandibolare

I disordini temporomandibolari hanno una sintomatologia molto varia, che può coinvolgere l’articolazione temporomandibolare i muscoli masticatori e le strutture associate, tra cui frequentemente l’orecchio. Molto spesso, proprio per questo motivo il paziente si trova incerto nel comprendere l’origine del suo fastidio e si rivolge a più specialisti di diversi settori, dal neurologo, al otorino al chirurgo maxillo-facciale; spesso solo alla fine di un lungo percorso di consulenze arriva dal dentista gnatologo. Tuttavia numerosi studi epidemiologici hanno evidenziato  una forte predisposizione alla sintomatologia otologica in pazienti affetti da disturbi temporomandibolari. Disturbi frequenti sono dolore all’orecchio, acufeni, vertigini, ipoacusia e iperacusia.

Le ipotesi più accreditate evidenziano un coinvolgimento della muscolatura auricolare e masticatoria, in particolare del muscolo tensore del velo palatino e del timpano,un coinvolgimento dei legamenti anteriori e superiori del martello e il legamento disco malleolare, e infine un coinvolgimento del sistema nervoso centrale e periferico coinvolto nel fenomeno della convergenza mediato da stimolazione nocicettiva cronica di derivazione oro facciale.

 

Questa voce è stata pubblicata in Blog, Gnatologia, Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *